Uffici

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Responsabile: BERARDINELLI Paolo

ORGANI DELL' AZIENDA

Il Consiglio di Amministrazione


 

Art. 4 - Composizione, nomina e durata del mandato
​La composizione del Consiglio di Amministrazione dell’Azienda, le relative modalità di nomina e la durata del suo mandato sono disciplinati dall’art. 7 della L.R. 91/1994. L’ammontare degli emolumenti spettanti ai suoi componenti è anch’esso stabilito con disposizione della Regione.

Il rapporto dei componenti del Consiglio di Amministrazione con l’Azienda ha formalmente inizio dalla notifica del decreto regionale di nomina.

Art. 5 - Funzioni

In base alla vigente normativa regionale, sono riservate al Consiglio di Amministrazione, quale organo di indirizzo politico le funzioni indicate nell’art. 8 della LR 91/1994. Oltre a ciò compete al CdA:

  • la nomina del Direttore;
  • l'accettazione di donazioni, eredità e legati;
  • la nomina di commissioni, comitati e analoghi organismi;
  • la determinazione della composizione della delegazione di parte pubblica per la contrattazione decentrata del personale e la relativa nomina, unitamente ad ogni altra competenza riservata all’organo di indirizzo politico dai contratti collettivi nazionali di comparto;
  • la verifica della rispondenza dei risultati conseguiti nell’attività amministrativa e gestionale, nell’ambito del sistema di valutazione vigente, attraverso la presa d’atto e la definitiva approvazione della documentazione concernente l’attività di valutazione volta dall’Organismo Indipendente di Valutazione;
  • l'adozione di ogni altro atto attribuito da specifiche disposizioni all'organo di indirizzo politico.

Per lo svolgimento dei propri compiti, i membri del Consiglio di Amministrazione hanno diritto di accesso agli Uffici dell’Azienda e a tutta la documentazione amministrativa e contabile in possesso degli stessi, salvo il rispetto degli obblighi di riservatezza in relazione alla natura ed al contenuto degli atti.

L’accesso agli Uffici ed ai relativi atti e documenti va concordato con la direzione aziendale, al fine di garantire il rispetto delle esigenze organizzative interne.

Art. 6 - Modalità di convocazione

Il Consiglio di Amministrazione si riunisce, di regola, presso la sede legale dell'Azienda, per iniziativa del Presidente. E’ è convocato e presieduto dal Presidente o, in caso di sua assenza o impedimento, dal Vicepresidente, per la trattazione degli argomenti elencati in apposito ordine del giorno.La convocazione avviene con l’invio del relativo avviso di norma tramite e-mail. L’avviso di convocazione deve essere trasmesso, nelle forme sopra indicate, almeno quattro giorni prima di quello stabilito per la riunione, mentre, in caso di riunione urgente, può essere trasmesso almeno 24 ore prima. In ogni caso la presenza del consigliere sana ogni eventuale difetto della relativa convocazione. L’avviso di convocazione deve contenere l'indicazione del giorno, dell'ora e del luogo della seduta, nonché l’elenco degli argomenti iscritti all'ordine del giorno. L’avviso di convocazione del Consiglio d'Amministrazione è inviato, per conoscenza, anche ai componenti del Collegio dei Revisori dei Conti e al Servizio Diritto allo Studio della Regione Abruzzo.

Contatti
Indirizzo: Via Delfico 73, Teramo, Teramo, 64100, Abruzzo, Italia
Come raggiungerci
Caricamento Google Maps.......attendere
Condividi